Dalis Bianco Vigneti delle Dolomiti Igt

  • Produttore: Endrizzi
  • Provenienza: Italia - Trentino Alto Adige
  • Tipologia Vino: Uvaggio a bacca bianca
  • Gradazione: 12.5%
  • Note di degustazione: Vino bianco secco fresco e agrumato
  • Formato: 75 cl

ABBINAMENTI
  • - Aperitivo
  • - Frittura di pesce
  • - Primi piatti light a base di verdure
  • Prodotto singolo
    9,40 €
  • Confezione da 6 prodotti
    56,40 €
- +

Scarica la scheda del prodotto
100% secure payments

  • Produttore: Endrizzi
  • Provenienza: Italia - Trentino Alto Adige
  • Tipologia Vino: Uvaggio a bacca bianca
  • Gradazione: 12.5%
  • Note di degustazione: Vino bianco secco fresco e agrumato
  • Formato: 75 cl

ABBINAMENTI
  • - Aperitivo
  • - Frittura di pesce
  • - Primi piatti light a base di verdure

Approfondimento

Una Cuvée da quattro uve intriganti, solo acciaio, da bere qui ed ora, per gioia.

Vino dotato di freschezza ed eleganza, nato da terreni ricchi di microelementi minerali. Colore giallo paglierino scarico con riflessi verdolini. Profumo intenso floreale vegetale, con note di fiori di sambuco, ribes bianco, mela verde, buccia di cedro e miele. Al gusto fresco, immediato, pulito in ottima sintonia con quanto percepito al naso. Vino di buona struttura e con retrogusto piacevolmente lungo.

Vitigni: Chardonnay, Sauvignon Blanc, Nosiola, Müller Thurgau.

Endrizzi

Endrizzi è una cantina storica del Trentino. Anzi, si può dire che è la cantina storica del Trentino, nata nel 1885, quando ancora quest’area territoriale faceva parte del regno austroungarico.

Nel 1885, Francesco ed Angelo Endrici (in dialetto locale Endrizzi) fondarono la cantina vitivinicola in località Masetto, dove tutt’ora ha sede. Furono loro, da veri pionieri, a introdurre nei primi anni del ‘900 due dei vitigni più pregiati al mondo: il Cabernet Sauvignon e il Merlot, ma anche il vitigno locale Lagrein e l’autoctono Teroldego.

Alla prima generazione succedettero il figlio di Francesco, Romano, e il nipote Franco. La quarta generazione degli Endrici è rappresentata da Paolo e dalla moglie Christine, architetto di origine tedesca: le due diverse origini culturali creano un mix vincente e creativo nella gestione dell’azienda, a cui oggi si sta affacciando la quinta generazione. 

Alla fine degli anni ‘90 Paolo e Christine Endrici decidono di ampliare il loro vigneto. Si guardano attorno in Trentino Alto Adige, ma il loro bisogno di spazi aperti li spinge a cercare anche delle proprietà in territori completamente diversi. Durante un viaggio rimasero folgorati dalla Maremma toscana ed è proprio lì che decisero di cercare una nuova vigna. La scelta cadde sui poderi Maremmello e Querciolaia nei pressi di Fonteblanda nel Grossetano diventano presto il nostro colpo di fulmine: terreni ricchi di minerali, fino ad allora adibiti a pascolo delle capre, selvatici, pieni di serpi. ‘Da qui la decisione di chiamare Serpaia il podere toscano della famiglia Endrici.

Scopri tutti i prodotti Endrizzi
Product added to wishlist
Product added to compare.