Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg Dry Cruner

  • Produttore: Le Colture
  • Provenienza: Italia - Veneto
  • Tipologia Vino: Prosecco Valdobbiadene Conegliano Docg
  • Gradazione: 12%
  • Dosaggio: Dry
  • Note di degustazione: Metodo Charmat Dry
  • Formato: 150 cl

ABBINAMENTI
  • - Antipasti di pesce e crostacei crudi
  • - Aperitivo
  • - Pizza alla verdure
  • - Primi piatti light a base di verdure
  • - Torte salate di verdure
  • Prodotto singolo
    19,90 €
  • Confezione da 6 prodotti
    119,39 €
- +

Scarica la scheda del prodotto

  • Produttore: Le Colture
  • Provenienza: Italia - Veneto
  • Tipologia Vino: Prosecco Valdobbiadene Conegliano Docg
  • Gradazione: 12%
  • Dosaggio: Dry
  • Note di degustazione: Metodo Charmat Dry
  • Formato: 150 cl

ABBINAMENTI
  • - Antipasti di pesce e crostacei crudi
  • - Aperitivo
  • - Pizza alla verdure
  • - Primi piatti light a base di verdure
  • - Torte salate di verdure

Approfondimento

Il Valdobbiadene Docg Cruner proviene dall’attenta lavorazione di uve Glera di soli vigneti posti nell’area collinare classica del comune di Valdobbiadene, che donano profumi, intensità e un bouquet di floreali e fruttati che esplodono al naso e in bocca.   

L’età dei vigneti, rivolti a SO e composti da terreni di arenaria, argilla e buon scheletro, è molto varia con piante care alla famiglia che in alcuni casi superano i 40 anni di età, gestite ancora con tecniche tradizionali ma con un occhio sempre attento ai nuovi studi sulla viticultura.  

Il Cruner é un vino importante, intenso e articolato, dalla grande dinamica gustativa, dal colore brillante e dal perlage fine e persistente. Un vino di buona acidità, cremoso ma non stucchevole, con profumi di albicocca, pesca, pera e banana, accompagnati da un gusto dolce che arriva quasi a ricordare la mandorla caramellata. 

Le Colture

Sta tutta nel mix vincente tra una grande intuizione, la passione e la perseveranza di Cesare Ruggeri attuale titolare dell’azienda, il successo dell’azienda agricola Le Colture. È nei primi anni ottanta che Cesare - un po’ contro corrente - inizia a vinificare le proprie uve. A Valdobbiadene fino ad allora c’erano grandi cantine che acquistavano uve e le vinificavano. Era luogo di commercianti. La profonda passione per la vigna e per la campagna in genere porta Cesare a prediligere questo aspetto, convinto che un buon Prosecco si crei prima in vigna e solo successivamente in cantina. Furono anni di sacrifici che lo portarono via via ad acquistare e sistemare diversi vigneti, tanto che se nell’83 gli ettari erano solo otto, attualmente sono quasi 40. 

Cesare ama definirsi ancora coltivatore della terra, del vigneto e non spumantista… Un amore, il suo, che cerca ogni giorno di trasmettere ai suoi figli Silvia, Alberto e Veronica che lo seguono con impegno e costanza nella crescita e nell’affermazione dell’azienda di famiglia. 

Se la terra e i vigneti sono per Le Colture la parte fondamentale del lavoro, questo richiede una cura e un’attenzione molto scrupolosa, esattamente come fossero dei figli da crescere, curare e proteggere. Nonostante Cesare non sia più un giovane viticoltore, la sua resta una mente aperta e intuitiva che sa ascoltare le necessità di ogni barbatella e non si arrende mai alla ricerca e allo studio della vite. E’ quindi la sua personalità a rispecchiarsi nei vigneti, e il suo modo di curare le viti ad essere esaltato nel prodotto finale che si porta in cantina. Gestire per ettari non è facile, poiché il lavoro è notevole e non esistono fine settimana liberi o festività, e tutto viene scandito dai tempi della natura e del clima. La vite ci dona i suoi frutti, ma bisogna gestirla e curarla esattamente come il terreno che ne è il suo nutrimento e che va rispettato e difeso. Il lavoro in cantina non è che un riflesso di un lavoro svolto bene in vigneto.

Scopri tutti i prodotti Le Colture
Product added to wishlist
Product added to compare.