Picolit Colli Orientali del Friuli Docg

  • Produttore: Gigante
  • Provenienza: Italia - Friuli VG
  • Tipologia Vino: Picolit
  • Gradazione: 14.5%
  • Note di degustazione: Vino da dessert passito bianco
  • Formato: 50 cl

ABBINAMENTI
  • - Dessert a base di creme
  • - Formaggi stagionati e piccanti
  • Prodotto singolo
    33,55 €
  • Confezione da 6 prodotti
    201,30 €
- +

Scarica la scheda del prodotto

  • Produttore: Gigante
  • Provenienza: Italia - Friuli VG
  • Tipologia Vino: Picolit
  • Gradazione: 14.5%
  • Note di degustazione: Vino da dessert passito bianco
  • Formato: 50 cl

ABBINAMENTI
  • - Dessert a base di creme
  • - Formaggi stagionati e piccanti

Approfondimento

Luigi Veronelli è sempre stato un grande amante e sostenitore del Picolit, la tradizione racconta che si coltivasse già ai tempi dei romani, le prime documentazioni storiche risalgono al 1682,  noto in tutto il mondo per lo splendido passito. E' facilmente individuabile perchè sui grappoli si sviluppano pochi acini, a causa di una malattia congenita, l'aborto floreale: ogni grappolo porta pochi acini e molto piccoli, circa il 30% di un grappolo di una varietà comune, questo però fa sì che a maturazione raggiunta i chicchi siano particolarmente dolci, questa caratteristica che da il nome al vitigno. Dal 2006 vi è una DOCG ad esso dedicata, Colli Orientali del Friuli Picolit.24 mesi di affinamento in barriques e 12 in bottiglia. Splendido giallo dorato, olfatto ampio e molto intenso, dai dolci ricordi di agrumi canditi, frutta tropicale, nocciole tostate, miele di castagno, caramella d’orzo e camomilla, cenni minerali. Denso e avvolgente al gusto, dolcezza e freschezza in perfetto equilibrio. Persistenza lunga con sensazione marine in coda

Gigante

Tutto iniziò negli anni 50, quando il nonno dell’attuale propietario, acquistò la casa e il vigneto nelle colline della Rocca Bernarda, così la famiglia si trasferì dalla piccola frazione di Vencò dove avevano un mulino, a Corno di Rosazzo, attuale sede dell’azienda agricola. Negli anni ‘80, successivamente all’acquisto di nuovi vigneti Adriano, figlio di Turo, prende il timone dell’azienda e propone al mercato le prime bottiglie scegliendo un pavone come marchio sull’etichetta. 

Il presidio produttivo si trova a Corno di Rosazzo, nella zona crù “Rocca Bernarda”, e comprende 25 ettari vitati, il suolo è composto da depositi sedimentatisi nel corso dei millenni che si presentano oggi come un’alternanza di strati, di marne, arenarie e flysch. Si tratta di rilievi di altitudine compresa tra i 100 e i 350 metri s.l.m., il cui profilo dei pendii è stato modellato con il lavoro di generazioni di viticoltori in gradoni e terrazze vitate. 

La proprietà oggi è condotta da Adriano e la moglie Giuliana coadiuvati dal cugino Ariedo che si occupa della parte enologica. I suoi vini sono caratterizzati dalla volontà di non volere intervenire molto con macerazioni spinte e affinamento in legno, per mantenere precise le caratteristiche del vitigno e non ultima cosa donando eleganza ai suoi bianchi, mettendo in risalto una caratteristica del suo territorio, la presenza massiccia di roccia nel suolo che dona ai bianchi sapidità, facilità di beva e freschezza, i bianchi quindi sono tutti affinati in acciaio, i rossi invece affinano anche loro in barriques usate, è molto contento delle ultime annate dei rossi, perchè con l’innalzamento del clima riescono ad arrivare a maturazione piena ed esprimersi al meglio.

Scopri tutti i prodotti Gigante

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno comprato anche:

Product added to wishlist
Product added to compare.